L’IMPORTANZA DEL BAGNO

I CANI BISOGNA LAVARLI!

Iniziamo con il sfatare il mito che i cani bisogna lavarli poco!

Purtroppo ancora molte persone pensano che lavare spesso il cane fa male.

Capiamo perché…

Si consiglia di lavarli poco altrimenti si toglie la loro protezione naturale.

Nella pelle del cane è presente un sebo, una sostanza che serve a rendere la pelle idratata evitando che si secchi e si crepi.

Questa sostanza serve per proteggere il corpo dai raggi ultra violetti, dal caldo, dal freddo, e da tutti gli agenti esterni.

I prodotti detergenti sgrassanti intaccano e riducono il sebo diminuendo questa funzione.

Quindi avrebbero ragione nel dire che il cane và lavato poco se si utilizzasse un detersivo per piatti o uno shampoo di scarsa qualità.

Ad oggi per fortuna la cosmesi ha fatto dei grandi passi e noi toelettatori abbiamo a disposizione prodotti di altissima qualità che non solo rispettano il sebo della pelle ma lo migliorano.

Considerate che gli animali più colpiti da problemi dermatologici sono infatti quelli poco lavati o addirittura non lavati (i cani lavati poco infatti posso sviluppare delle brutte dermatiti).

Una pelle e un pelo pulito sono sicuramenti più sani.

I nostri cani dunque li possiamo lavare tutte le volte che si sporcano l’importanza è farlo con i prodotti corretti.

Diciamo dunque che una frequenza mensile in toelettatura è da considerarsi obbligatoria per il benessere del vostro amico.

PRODOTTI DA UTILIZZARE

Parlando dei prodotti, come per quelli umani, è importantissimo capire la provenienza e i componenti dei vari shampii.

Noi per esempio utilizziamo solo prodotti made in Italy, di alta gamma consigliati anche ai cani che hanno delle dermatiti.

A volte alcuni clienti mi dicono che utilizzano gli shampii umani, tengo precisare che noi abbiamo un ph diverso da quello dei cani (i cani hanno un valore di ph compreso tra 7 ed 8 mentre noi umani 5.5).

Inoltre gli shampii per cani, proprio per rispettare quel famoso sebo della pelle, devono essere ricchi di grassi ed olii.

A volte inoltre sento gente che usa l’aceto, il sapone di marsiglia ecc… Sono tutti degli ottimi sgrassatori ma molto molto aggressivi quindi evitateli!

Trattamenti frequenti con i prodotti professionali apportano benifici in termini di idratazione e rafforzamento della struttura cheratinica.

E’ la trascuratezza invece a provocare cuti sensibili e facilmente attaccabili dall’esterno (su questi soggetti proliferano i germi e batteri).

Il toelettatore oltre a svolgere il proprio lavoro estetico dovrà anche tutelare il benessere del cane e appena individua qualcosa di sospetto dovrà avvisarvi e invitarvi ad andare dal veterinario.

Il toelettatore infatti maneggia il vostro cane per circa 1 /2 ore e a volte si individuano anomalie (lesioni, noduli, problemi alla vista o alle orecchie, perdite vaginali ecc..)

 

IL BAGNO DEL CUCCIOLO

Se avete un cucciolo portatelo in toelettatura al più presto per abituarlo fin da piccolo.

Alcuni clienti mi chiedono da quando è possibile portarlo in toelettatura, bè alcuni veterinari consigliano di aspettare la fine del piano vaccinale (altri invece per assurdo consigliano e non so perché di aspettare dopo l’anno….purtroppo consigliano anche di non fare uscire il cane da casa per i primi mesi e quindi privarlo della vita sociale…..attenzione perché sarebbe un gravissimo errore!!!

 

IN CASO DI PARASSITI

Se per caso il vostro cane dovesse prendere dei parassiti ricordatevi che il bagno in toelettatura non è sufficiente a risolvere il problema.

In questo caso è necessario, prima di portare il vostro cane in toelettatura, somministrarli un antiparassitario con farmaco (tipo fontline, advantix ecc..) per uccidere i parassiti sul manto del cane.

Inoltre bisogna fare anche una accurata disinfezione dell’ambiente.

Ricordiamo che la prevenzione antiparassitaria è una cosa importantissima!

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *